La Romagna occidentale e la settimana della Bonifica

ciao silvia, cosa c’è di bello da fare in giro? ormai si è sparsa la voce che se c’è qualcosa di bello in giro io ci sono già andata o ci andrò. bene, questo è il motivo per cui non mi stanco mai di parlare degli eventi che mi conquistano, di sottolineare le cose ben fatte e tengo gli occhi aperti verso laqualsiasi.

anno scorso un amico mi ha chiesto di accompagnarlo a sant’alberto in un giorno di pioggia a vedere la traversa mobile di volta scirocco. ehhhhh? machecavolodipassatempiepassionihai? naturalmente mi sono vestita di entusiasmo e di quella polverina che si chiama “se non lo conosco non lo giudico, è una roba nuova vuoi vedere che mi piace” e andiamo!
non ho neanche portato l’ombrello, che io cerco sempre di spostare le nuvole con opere di convincimento.

è stata una giornata che mi ha fatta sentire piccola ed enorme al tempo stesso, beata e sciocca, fortunata e consapevole che non ne sappiamo mai abbastanza del territorio che attraversiamo e di cosa succede quando piove. o quando non piove. o quando l’acqua del mare incontra quella del fiume. e i pesci in mezzo? una giornata in cui ascoltare le parole dei tecnici e cercare di capire, in cui valutare la grande opera dell’uomo in quel processo che è “governare l’acqua”

 

dettaglio dello scalo di risalita: realizzato per impedire che il pesce d’acqua dolce non trovi via di fuga incontrando l’acqua del mare

questa è la settimana nazionale della bonifica e dell’irrigazione, il tema 2017 è – acqua, identità e futuro dei territori e saranno centinaia gli eventi organizzati in tutta italia per informare sulle attività dei consorzi. dalle biciclettate alle mostre, dalle visite guidate ai concerti e possiamo tutti imparare qualcosa prenotando una visita in uno dei tanti impianti idrovori vicino a noi.
0545 909511 – 0546 21372

 

 

 

Commenti (2)

  • per me il consorzio di bonifica è solo una ulteriore tassa da pagare. adesso che tu mi mostri un’altra faccia della medaglia, proverò a vedere cosa fanno da noi. ma ho pochissime speranze di uscirne con il tuo stesso entusiasmo. però ci provo lo stesso.
    grazie di avermi fatto vedere la speranza dove io, proprio non me l’aspettavo…

Rispondi