puoi conoscere ogni passo del luogo in cui vivi, ogni porta, cancello, monumento ma, se alzi la testa e apri gli occhi, scopri che qualcosa ti è sfuggito. oggi, giornata d’autunno del fai prendi la voglia e vai.

il convitto emiliani delle suore domenicane di fognano è il luogo del cuore che ho scoperto nella giornata del fai di primavera, è un monastero che diventa ostello, che diventa tavola apparecchiata, che diventa accoglienza, che diventa una giornata luminosa nonostante le nuvole. non riscrivo storia e dettagli di questo luogo, lo hanno fatto benissimo i ragazzi di buonsenso faenza nell’articolo a cui vi rimando: questo.

vero è che non avevo mai visitato il convento, nonostante le suorine siano leggenda, come il loro gelato alla menta dell’orto, i loro passatelli e il monopattino di suor marisa, utilizzato per  percorre i lunghi corridoi di questo monumento, questo colosseo per tutti coloro che vivono a fognano detto anche bucodiculo.

la pace. il sorriso e il bello che si sente dentro, nonostante la tanta gente di questa domenica di primavera

cosa state facendo ancora in casa? o peggio, in giro per centri commerciali? vi prego…vi prego in monopattino, diventate testimoni e ciceroni di quello che abbiamo intorno.