la mnestra imbraghéda o del risotto imbragato

la mnestra imbraghéda o del risotto imbragato

febbraio, ma un febbraio dispettoso che non vuole essere inverno. e come gennaio nei giorni della merla, alza le temperature fino a sembrare marzo. e il carnevale corto, che la pasqua è bassa; e la porchetta al circolo che, da vent’anni, è tradizione nella...

leggi tutto
la cura

la cura

attraverso strade, dal sedile lato finestrino, di un pulmino guidato alla cieca. osservo. case decorose, belle, ricche. case umili, senza giardino, ma con marciapiedi immacolati, case con giardini a circondare-prati come se fossero stati pettinati. ogni casa colonica...

leggi tutto
kefir, chè?

kefir, chè?

quasi oggi, un anno fa, tornavo a casa con due nuove creature da nutrire. che a titti è bastato pochissimo convincermi che il mio bene e la mia salute sarebbero migliorati assai. la foto è inguardabile lo so, ma è l’unica testimonianza dei due organismi che si...

leggi tutto
quando abbiamo smesso di dirci ciao

quando abbiamo smesso di dirci ciao

è stato forse quando ci siamo chiusi in casa a guardare dentro uno schermo che ci voleva distratti e ora ci vuole uniformi? è stato quando abbiamo rinunciato ai cortili, ai parchi gioco? quando abbiamo sistemato altalene e scivoli in ogni singolo giardino, per non...

leggi tutto
tempo da margherite

tempo da margherite

gennaio. 17 gradi. vento di phoen. non mi piace per niente il calycantus ha ancora tutte le foglie attaccate ai rami, il vento le sta staccando una a una, la fioritura anticipata a dicembre e in cielo nuvole che corrono veloci. nei kiweti iniziano la potatura, gli...

leggi tutto
la poesia del ció

la poesia del ció

noi romagnoli c’abbiamo una parola che ci porta da un pensiero all’altro come fosse un traghetto ció per non fare troppa strada che siamo tutti corridori, ma ci scoccia far giri lunghi, senza gara è una parola ineluttabile che arriva quando vuoi toglierti...

leggi tutto