Imparare a far Natale

per chi, come me, “l’attesa è la parte migliore della festa” è arrivato il periodo che in assoluto mi vede sognatrice, romantica, luminosa, sdolcinata, affettuosa e spargugliatrice di tracce natalizie ovunque. e chi, come me, vive in questa parte di...

dica 33

e pensare che almeno un paio di volte ho creduto fosse arrivato alla fine. poi bastava una spinta, una parola, uno sguardo diverso ed eccolo resuscitare. certo si sentono i segni del tempo, non è sempre spumeggiante come un buon prosecco, a volte profuma...

Donne. Tu Tu Tu

nel duemilaotto ho creato questo spazio. perché mi serviva qualcosa per non sentire le mancanze. sono passati 8 anni e oggi, 8 marzo, posso dire che questo diario mi ha dato più di quello che io ho dato a lui, che sono incostante, farfallona e devo sempre toccare con...

nome e cognome

ore 16, rotonda dei cappuccini. un anziano in pigiama è fermo all’incrocio che viene da monte, una signora con finestrino abbassato sta parlando con lui. Io passo con la bici e la cosa mi colpisce dentro. pigiama. babbo. situazione assurda. mi fermo, chiedo e...

quando abbiamo smesso di dirci ciao

è stato forse quando ci siamo chiusi in casa a guardare dentro uno schermo che ci voleva distratti e ora ci vuole uniformi? è stato quando abbiamo rinunciato ai cortili, ai parchi gioco? quando abbiamo sistemato altalene e scivoli in ogni singolo giardino, per non...

la poesia del ció

noi romagnoli c’abbiamo una parola che ci porta da un pensiero all’altro come fosse un traghetto ció per non fare troppa strada che siamo tutti corridori, ma ci scoccia far giri lunghi, senza gara è una parola ineluttabile che arriva quando vuoi toglierti...

cose da fare, dire, baciare

da fare se fosse faenza la vostra prossima meta, vi inviterei a prenotare la stanza 306 dell’hotel vittoria. dalle finestre i tetti, nelle atmosfere il fermento e nelle stanze le opere di carlo zauli mi piacerebbe che fosse matteo a raccontarvi del rapporto fra...

il rito

come il drappo rosso per la processione, come fare le corna se ci fanno gli auguri, come toccar ferro incontrando un carro funebre, per ferragosto è obbligatorio divertirsi. ma non il divertirsi che basta un attimo. no. ci si deve divertire organizzando tavolate...

volare. oh.

l’ultimo volo risale al giugno 2010. berlino. ciao babbo. torno presto. (e ho già scritto di quanto io ami berlino in giugno. ah se solo il mare) era un volo easyjet, il primo che obbligava a viaggiare con un solo bagaglio a mano e a milano ho dovuto stipare la...