di 28 ce n’è uno

di 28 ce n’è uno

non mi capacito. che da quel giovedì di dicembre in cui, una contrazione dopo l’altra, accettai di farmi portare in maternità, siano passati 28 anni. non mi capacito di essere madre di un uomo. che è molto più facile essere mamma di un bambino. forse. e i riti...
primo marzo

primo marzo

primo marzo millenovecentoventicinque. sei nata nel giorno che segna il passaggio dal buio alla luce, mamma. e forse per questo ti piaceva tanto il giallo. che se vedo giallo sorrido e ti penso. come quelle icsmila volte in un giorno. dal chiedere consiglio al...
Olio di coccole

Olio di coccole

di come faccia bene all’umore potete immaginare, ma di come faccia bene al cuore l’ho sperimentato di persona. mi sono regalata coccole di natale riempendo ogni angolo di casa su cui posavo gli occhi di luci e addobbi; ho preparato la cena della vigilia...
sapeva d’amore e del voler bene

sapeva d’amore e del voler bene

più che altro questo. che non c’erano tecnologie a distrarre e allontanare. sapeva sorridere con la bocca, gli occhi e il cuore. abbracciarti con le parole e con i gesti. sostenere. sapeva anche chiudere le porte, ma lasciava sempre uno spiraglio per far...

mama

– pronto? – tanti auguri a te… – mò el za e prém dè d’merz? – non fare la furba – reeenzo, ac dè el incù? – bè mò be mò, ai ciumpès propri   il primo marzo è sempre stato il tuo giorno mamma e ricordo neanche una...